16 Lug 2021

Catania2030 – GreenExpoDelMediterraneo Luglio 2021

«Rigenerazione urbana finalizzata all’inclusione sociale e strategie per la mobilità sostenibile attraverso la realizzazione di una control room».

14.07.2021

È il titolo del workshop organizzato dall’Ordine Ingegneri della Provincia di Catania in occasione del GreenExpoDelMediterraneo #Catania 2030.

Sonia Grasso

A introdurre la platea all’argomento Sonia Grasso, vicepresidente Ordine Ingegneri Provincia Catania, che ha parlato di decoro urbano correlato alla tutela dei beni e alla convivenza civile e di mobilità sostenibile, focalizzando l’attenzione sulla realizzazione di una control room a Catania.

«Con il Sindaco stiamo cercando di rivoluzionare la nostra città con tante iniziative e progetti importanti, anche in collaborazione con organi professionali», afferma nel suo intervento Sergio Parisi, assessore alle politiche comunitarie del Comune di Catania. «Tra le prime sfide 40 km di pista ciclabile, la strada del mare, la riqualificazione dell’ex mercato ittico, del PalaNesima e di tre importanti impianti sportivi quali il campo scuola di Picanello, il campo da calcio di Nesima e il PalaCatania. Stiamo lavorando per rendere migliore questa città per i nostri figli».

Giorgio Martini

L’esperienze delle città in ambito di rigenerazione urbana e mobilità è il focus dell’intervento di Giorgio Martini, autorità di gestione programma operativo nazionale e complementare città metropolitane Agenzia per la coesione territoriale e presidente dei Comitati di indirizzo e sorveglianza dei Patti.

«Ci siamo concentrati su rigenerazione urbana e recupero di alcune aree disagiate coinvolgendo, in Sicilia, Catania, Palermo e Messina. Mobilità sostenibile, efficientamento energetico, miglioramento dei servizi in ambito sociale, infrastrutture sociali sono le questioni principali su cui si muove il programma del PonMetro, che mette al centro le città. L’unico modo per poter incidere sulle città è istituire un dialogo costante con la cittadinanza. Credo sia davvero la mossa vincente per avere una strategia unica che possa favorire il territorio».

L’impatto del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 e dei Patti sulla transizione green è invece l’argomento su cui si è focalizzato Riccardo Monaco, autorità di gestione programma operativo nazionale governance e capacità istituzionale Agenzia per la coesione territoriale e presidente dei Comitati di indirizzo e sorveglianza dei Patti per il Sud.

Riccardo Monaco

«Il nostro obiettivo è quello di presidiare i nostri partner nell’avventura della gestione dei fondi. Vogliamo portare avanti i nostri progetti per l’ambiente, la pubblica amministrazione, la governance ambientale».
Leonora Buzio, divisione Trasportation & Logistics, Almaviva s.p.a.  ha parlato della centrale unica della mobilità, tornando sull’importanza di avere una control room per gestione strategica della mobilità, miglioramento dei tempi di viaggio e benefici per tutti i cittadini.

Fondi strutturali e di investimento europeo e attuazione degli interventi di rigenerazione verde, inclusivi e innovativi su Catania è il focus dell’intervento di Fabio Finocchiaro, direttore delle Politiche Comunitarie Catania del Comune di Catania. «Catania è un grande polo attrattivo sotto tanti punti di vista e le strategie di programmazione ci hanno permesso di elaborare interventi sostenibili per ripensare il futuro e rispondere alle sfide che ci pone. Con la strategia plurifondo vogliamo trasformare i cosiddetti ‘luoghi non luoghi’ in luoghi eterogenei che possano essere vissuti da tutti i cittadini di tutti i quartieri della nostra città».

A cura di @Giorgia Lodato PI4 s.r.l.
Foto @pi4.it